Un pulmino per Leh

L' Associazione Ascolta e Vivi Onlus è presente in Ladakh dal 1999, presso l'ospedale di Leh, capoluogo della regione. Grazie all'intervento dell'Associazione, sono stati compiuti molti passi nella creazione di un reparto di audiologia presso l'ospedale, nella formazione del personale locale e nella fornitura della strumentazione necessaria alla diagnosi e terapia della sordità.

Il dottor Namgyhal, medico otorinolaringoiatra e coordinatore dell'unità, è persona estremamente stimata ed il suo operato è fermamente riconosciuto dai colleghi e dalla popolazione. I tecnici che compogono lo staff gestiscono l'unità audio protesica con passione e costanza.

La regione del Ladakh però è estremamente montagnosa, e gli insediamenti umani sono raggruppati in villaggi e piccoli paesi, distanti tra loro e caratterizzati da collegamenti non sempre agili. questa difficoltà negli spostamenti si traduce nel fatto che spesso le persone con problemi di saluteo affette da infermità non vengono nemmeno portate all'ospedale. Per questo motivo, Ascolta e Vivi si è attivata per la realizzazione di un'unità mobile di diagnosi della sordità, che possa raggiungere gli insediamenti più remoti.

Con l'avvento della clinica mobile, operativa da Agosto 2011, si realizza l'idea di raggiungere l'intera area del Ladakh per effettuare lo screening neonatale e esami audiometrici per la popolazione.

Il veicolo è equipaggiato con la strumentazione necessaria allo screening dell'udito e a una visita per valutare la salute dell'orecchio. All'interno sono situate tre file di sedili per il personale preposto, più un posto letto per il paziente. Adiacente al posto guida è stata posta una cabina insonorizzata con pannelli fono isolanti. Dispone inoltre di un piccolo lavabo interno per i servizi di pulizia e igiene. Sul mezzo è collocata inoltre una piccola unità di generazione elettrica mobile.

L'ing. Alberto Dolci, il volontario di Ascolta e Vivi che si è occupato della messa in opera del mezzo, ha studiato insieme al Dottor Namgyhal e al personale dell'ospedale un piano di utilizzo del veicolo con l'obiettivo di raggiungere ogni due mesi ciascuno dei cinque blocchi in cui è suddiviso il distretto di Leh, transitando nei villaggi e operando screening uditivi.

Le escursioni del mezzo mobile prevedono la presenza del guidatore, di un assistente infermieristico generico, di un tecnico audiometrista, oltre al personale medico (più un eventuale tecnico di un altro reparto: oculistica, cardiologia e altri, secondo l'accordo per il quale si prevede che il mezzo venga utilizzato in supporto anche di altri reparti dell'ospedale di Leh).

Per visionare un video illustrativo del progetto, clicca qui